Credo fermamente che la prosperità e la forza morale di ogni civiltà consista nel modo in cui le due generazioni, che in ogni specifico momento storico coesistono, siano capaci di avvicendare fra loro diritti, doveri, compiti e obiettivi. Per questo motivo insegnare al MIDIA è per me motivo di grandissimo onore. Per molti anni ho studiato e mi sono preparata a fare al meglio il lavoro che ho desiderato fare da quando ero ancora una bambina. Ho potuto realizzare ciò perché i miei genitori mi hanno sostenuta e perché ho incontrato insegnanti che hanno saputo nutrire questo mio desiderio con competenza e passione. Ho iniziato a lavorare ‘sul campo’ in Italia e all’estero dove capi e colleghi più anziani mi hanno insegnato a trasformare i saperi in pratiche e le teorie in azioni. Oggi, con estrema gratitudine e orgoglio, riconsegno, attraverso l’insegnamento, ciò che ho ricevuto, conosciuto e compreso a giovani in formazione o all’inizio del loro percorso professionale e da loro, dai miei studenti, ricevo l’ultimo e il più grande insegnamento, quello che mi aiuta a vedere e correggere i miei errori affinché loro ne siano liberati e possano fare sempre meglio di chi li ha preceduti.
— Rita Erica Fioravanzo, Medico Psicoterapeuta, specializzata in Psicotraumatologia
Vedere l’infanzia in bianco e nero vuol dire non vedere l’infanzia ma la nostra rappresentazione di essa. Vedere l’infanzia a colori vuol dire vedere come l’infanzia si presenta. Vedere l’infanzia anche all’infrarosso e all’ultravioletto significa coglierne il mistero, capire che essa, per sua fortuna, non ci si svela mai del tutto e in ogni sua dimensione.
— Raffaele Mantegazza, Professore, dipartimento di scienze umane per la formazione "Riccardo Massa" Università degli Studi Milano-Bicocca
Nell’ambito della tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza gli attori for profit e non profit giocano un ruolo di di estrema importanza. Le pratiche di Responsabilità Sociale d’Impresa, o per meglio dire le responsabilità che ogni organizzazione ha per i suoi impatti sulla società, hanno un ruolo fondamentale nella tutela di questi diritti. Conoscere gli approcci alla responsabilità sociale, e gli strumenti per portare avanti le pratiche ad essa correlate, permette di interpretare il ruolo degli attori profit e non profit sotto una luce nuova e non scontata
— Matteo Brambilla, City facilitator del Comune di Milano, progetto Food Policy, consulente di responsabilità sociale di impresa
Studiare e riflettere sui diritti dei minori cercando di prendere come punto di riferimento il loro stesso punto di vista, permette di guardare al diritto da una nuova prospettiva, più elementare, ma anche più ambiziosa e originale. Ci insegna a riscoprire il mondo e il diritto come dovrebbero essere. Lo studio di casi concreti, come quelli affrontati dalla Corte Interamericana dei diritti umani, permette poi di comprendere come si possa dare un’applicazione diretta e concreta a questa prospettiva differente e cercare di contribuire, con una giurisprudenza di qualità, a cambiare la realtà che ci circonda
— Gabriella Citoroni, Ricercatore confermato Dipertimento delle Scienze Giuridiche Nazionali e Internazionali, Università degli Studi Milano-Bicocca