UNICEF master 1.jpg
midia-unicef-3.jpg
midia-unicef-2.jpg
UNICEF master 1.jpg

SECONDA EDIZIONE


 

 

 

SCROLL DOWN

SECONDA EDIZIONE


 

 

 

Il Master interdisciplinare sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (MiDIA),

organizzato dall’Università degli Studi Milano – Bicocca e dal Comitato Italiano per l’UNICEF, ha il suo centro educativo e formativo nella convinzione che tutti coloro che si occupano di infanzia e adolescenza  debbano possedere nozioni e strumenti efficaci per poter svolgere al meglio il proprio lavoro. Il Master traduce questo pensiero in un percorso didattico incentrato sull'analisi dei principali strumenti nazionali e internazionali di tutela e promozione dei diritti. All’interno del percorso avrà un ruolo chiave lo studio approfondito della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (CRC); grazie alla presenza di docenti, operatori e professionisti del settore, i singoli articoli saranno letti e presentati come obiettivi strategici di tipo programmatico. 

L'adozione, nel 1989, della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (CRC) ha avuto un profondo impatto sui governi, le istituzioni e gli ordinamenti giuridici degli Stati che l’hanno ratificata. Sempre più spesso le decisioni politiche, amministrative e giuridiche vengono prese, direttamente o indirettamente, tenendo in considerazione i diritti enunciati nella Convenzione.

Il MiDIA offrirà ai/alle partecipanti la possibilità di esplorare e vivere concretamente la CRC, acquisendo le competenze richieste per lavorare in diversi settori della promozione e tutela dei diritti.

Profilo professionale

Il MiDIA intende rispondere a un preciso bisogno di formazione specialistica in tema di tutela e promozione dei diritti. Alla fine del percorso lo/la studente avrà un profilo che, partendo dalla conoscenza consolidata degli strumenti giuridici, si allargherà a competenze più ampie che riguardano l’analisi e la programmazione in ogni settore: di interventi; studi; azioni sociali, politiche e istituzionali a sostegno dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, come previsto dalla CRC.

 

Ciò che ho appreso oltre le nozioni tecniche in sé è la necessità di ragionare sempre e comunque in un’ottica orientata al bambino e ai suoi diritti; non ai suoi bisogni e alle sue necessità, ma ai suoi diritti! Questo, credo, sia “il lascito” del master che influenzerà maggiormente il mio lavoro futuro, ma soprattutto il mio modo di ragionare indipendentemente dalla professione.
— Mario, studente prima edizione MiDIA | Comune di Milano, Settore Servizi all'Infanzia

Obiettivi

  • Fornire strumenti operativi di programmazione in ottica di diritti umani dell'infanzia e dell'adolescenza (Child Rights Programming).
  • Offrire una conoscenza specialistica sui temi dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, presentando gli argomenti da punti di vista e approcci differenti.
  • Perfezionare la consapevolezza del ruolo degli strumenti normativi nazionali e internazionali nell'accrescimento e monitoraggio dei diritti.
  • Promuovere lo sviluppo di un pensiero critico sull'effettiva applicazione dei principi contenuti nella CRC.
Quando mi sono iscritta al master cercavo una nuova prospettiva, qualcosa che mi stimolasse, che cambiasse il mio modo di vedere l’ambito dei diritti umani: ho trovato una nuova lente che ha completamente cambiato il mio modo di affrontare il mondo del lavoro, la progettazione e la ricerca. Cinque parole chiave che ho imparato? Protezione, partecipazione, resilienza, mediazione e inclusione vs integrazione.
— Emilie, studente prima edizione MiDIA | Consulente Learning Programme per l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO)

Le parole del MiDIA


midia-unicef-3.jpg

offerta formativa 2015 | 2016


SCROLL DOWN

offerta formativa 2015 | 2016


Insegnamenti

Il MiDIA si compone di 6 insegnamenti, comprensivi di lezioni frontali, convegni e laboratori, per un totale di 60 CFU, così articolati:

  • Primo insegnamento - Studi sulla nascita dei Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza: nozioni giuridiche di base sull'ordinamento nazionale ed internazionale, esaminandi i principali strumenti normativi a tutela dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza e loro evoluzione prima della CRC.

  • Secondo insegnamento - I Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza: dalla CRC a oggi: analisi della Convenzione sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza (CRC) e relativi Protocolli, quali strumenti cardine della tutela nazionale ed internazionale dei minori, con un affondo su tutela, giustizia e rispetto dei diritti degli under 18 in contesti di emergenza.

  • Terzo insegnamento - La CRC negli ordinamenti giuridici nazionali: l'attuazione della CRC negli ordinamenti giuridici nazionali, con particolare attenzione all'ordinamento italiano, dall'interpretazione delle disposizioni al monitoraggio dell'effettiva implementazione.

  • Quarto insegnamento - La programmazione in ottica CRC: approfondimento degli strumenti e delle metodologie di programmazione e progettazione focalizzato sulla CRC come strumento operativo essenziale per l'inclusione dei diritti dei minori all'interno di qualsiasi processo di pianificazione.

  • Quinto insegnamento - Children's Rights and Business Principles: studio degli strumenti normativi esistenti in materia di responsabilità sociale d'impresa (CSR). Il ruolo della CSR nella tutela e promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in ambito giuridico, sociale, psicologico.

  • Sesto insegnamento - Responsabilità penale nazionale e internazionale per crimini commessi contro i bambini: analisi degli aspetti giuridici, sociali e psicologici per gestire sia casi di violenza contro minori sia casi dove il minore è autore di un crimine per prevenire e reprimere i crimini commessi contro i bambini, le bambine e gli adolescenti.


Aspetti innovativi

Organizzazione interdisciplinare degli insegnamenti e delle docenze, per insistere sul ruolo che la CRC deve avere come strumento operativo al servizio di chi analizza e progetta interi settori della società.

Presenza di un insegnamento sulla responsabilità penale nazionale e internazionale per crimini commessi contro i/le bambini/ e i/le ragazzi/e, fortemente attualizzato grazie all'entrata in vigore del terzo Protocollo opzionale alla CRC sulle procedure di reclamo in caso di violazione dei diritti infanzia e dell’adolescenza.

Introduzione di un modulo dedicato al Child Right's Programming, quale framework di riferimento per l'analisi, la pianificazione, il monitoraggio e la valutazione di qualsiasi progetto diretto alla formazione, sviluppo e soccorso dei minori.

Attivazione di un insegnamento sulla responsabilità sociale di impresa (CSR) che avrà il proprio focus nella presentazione dei “Children's Rights Business Principles” - elaborati dall'UNICEF, UN Global Compact e Save The Children, la cui analisi, studio e applicazione sono strategici per promuovere una crescita economica, sviluppare nuovi mercati e generare un circolo virtuoso che tenda a uno sviluppo equo e sostenibile.

Attenzione particolare alla parte metodologica, promuovendo l'uso di strumenti che permetteranno di creare un clima collaborativo e di confronto all'interno del gruppo classe e tra docenti e partecipanti.


Organizzazione

Il Master, della durata di un anno, prenderà il via il 2 aprile 2016 per concludersi il 2 aprile 2017.

LEZIONI

Le lezioni avranno luogo dal 2 aprile 2016 al 26 novembre 2016, e si terranno il venerdì, dalle 14.00 alle 18,00 e il sabato, dalle 9.00 alle 18.00. Gli insegnamenti sono articolati in lezioni frontali, convegni e laboratori, per un totale di 336 ore (42 CFU). La frequenza alle attività del corso è obbligatoria (75% sul totale delle lezioni).

STAGE

E’ previsto un percorso di stage per un totale di 325 ore (13 CFU) fondamentale al rilascio del titolo di Master; ai/alle partecipanti verrà offerta la possibilità di svolgere lo stage presso alcune delle principali istituzioni e associazioni nazionali che si occupano dei temi dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, compresi l'UNICEF – sede di Milano, l'UNHCR – sede di Roma, la Croce Rossa Italiana, il Tribunale dei Minori di Milano, l'Istituto Penale Minorile di Milano, C. Beccaria e il Comune di Milano. E' possibile consultare l'elenco di altri enti e associazioni nel Regolamento del master.

crediti formativi universitari - CFU

La frequenza al master rilascia un totale di 60 CFU (corrispondenti al totale delle ore di lezione, stage e prova finale). Chi è interessato ad acquisire solo determinati crediti formativi per la FORMAZIONE CONTINUA richiesta dai vari Ordini professionali (Ordine degli Avvocati, Ordine degli Psicologi, Ordine degli Assistenti Sociali e così via...), può iscriversi e frequentare singoli insegnamenti e, nello specifico:

- Primo insegnamento - Studi giuridici, sociologici e antropologici sulla nascita dei Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza: 9 CFU

- Secondo insegnamento - I diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza: dalla CRC a oggi: 18 CFU

- Terzo insegnamento - La CRC negli ordinamenti giuridici nazionali: 4 CFU

- Quarto insegnamento - La programmazione in ottica CRC: 4 CFU

- Quinto insegnamento - Children's Rights and Business Principles: 4 CFU

- Sesto insegnamento - Responsabilità penale nazionale e internazionale per crimini commessi contro i bambini: 3 CFU


Comitato di coordinamento

Presidente:

  • Francesco Zacchè - Docente, Dipartimento dei sistemi Giuridici I Università degli Studi Milano-Bicocca

Componenti:

  • Alessandra Borsato - Dottore di ricerca I Università degli Studi Milano-Bicocca I UNICEF Italia

  • Silvia Buzzelli - Docente, Dipartimento dei sistemi giuridici I Università degli Studi Milano-Bicocca

  • Fabio Cassibba - Docente, Dipartimento dei sistemi giuridici I Università degli Studi Milano-Bicocca

  • Lorenzo Giasanti - Dipartimento delle scienze giuridiche nazionali e internazionali I Università degli Studi Milano-Bicocca

  • Susanna Mantovani - Docente, Dipartimento di scienze umane per la formazione I Università degli Studi Milano-Bicocca

  • Tullio Scovazzi - Docente, Dipartimento delle scienze giuridiche nazionali e internazionali I Università degli Studi Milano-Bicocca

  • Chiara Zanetti - Corporate Partnership & CSR | UNICEF Italia

midia-unicef-2.jpg

info


SCROLL DOWN

info


Iscrizioni

LE ISCRIZIONI SONO CHIUSE

Costo iscrizione al master: 3.300 euro (tremilatrecento)

Contributo selezione: 100 euro (cento)

Tale importo andrà versato con le seguenti modalità e scadenze:
1‐ € 100,00 alla presentazione della domanda di ammissione (e comunque entro e non oltre il 12 febbraio 2016);
2‐ € 1.550,00 all’atto dell’immatricolazione;
3‐ € 1.650,00 entro il 30 giugno 2016
Code Payment Reason (solo esteri): 858 – DIRITTI INFANZI

Ammissione e selezione

Il MiDIA è aperto a un numero massimo di 30 studenti/esse che verranno selezionati in base a Curriculum vitae et studiorum e colloquio - non sarà possibile effettuare il colloquio di selezione via skype e/o altri strumenti di comunicazione digitali.

Titoli di studio richiesti per l'ammissione: laurea triennale, laurea specialistica o magistrale, laurea con ordinamento previgente al D.M.509/99.

E' consentita la presenza di uditori e la possibilità di seguire singoli insegnamenti.

Sono previste prove orali di verifica intermedie e una prova finale (relazione scritta e colloquio). Al termine del percorso verrà rilasciato un diploma di master.


Informazioni date

  • Presentazione del Master: martedì 19 gennaio 2016 alle ore 10.00 I Università degli Studi Milano-Bicocca, Piazza dell'Ateneo Nuovo 1, Edificio U6, piano secondo, Sala Lauree.
  • Scadenza domande di ammissione: venerdì 12 febbraio 2016.
  • Selezione: 22-23-24 febbraio 2016 dalle 9.00 alle 18.00 I valutazione Curriculum Vitae e colloquio I Sede: Sala Lauree del Dipartimento di Giurisprudenza, Edificio U6 (2°piano), dell’Università di Milano-Bicocca. Il giorno di effettiva convocazione e sede sarà comunicato a ciascun candidato dalla segreteria organizzativa successivamente alla chiusura del bando.
  • Pubblicazione elenco ammessi/e: a partire dall'8 marzo 2016.
  • Chiusura immatricolazioni: venerdì 18 marzo 2016.
  • Avvio del corso: sabato 2 aprile 2016.

Insegnamenti singoli

Scadenza iscrizioni: venerdì 25 marzo 2016. Attenzione: le domande di immatricolazione verranno accolte in ordine di iscrizione fino al raggiungimento dei posti disponibili.

Il Comitato di coordinamento ha previsto la possibilità di iscrizione a singoli insegnamenti da parte di persone aventi il titolo necessario per l’accesso al master, per un numero massimo di sei (6) iscritti.

Ciascun interessato può iscriversi a un numero massimo di insegnamenti pari al conseguimento di trenta (30) CFU.

La quota di iscrizione è di € 100 per ogni CFU previsto dal modulo scelto.

Agli iscritti a singoli insegnamenti che superino la prova di verifica prevista è rilasciata regolare attestazione, comprensiva dell'indicazione dei crediti acquisiti.


Uditori

Il Comitato di coordinamento ha previsto la presenza di un numero massimo di sei (6) di uditori, che possono frequentare le attività didattiche previste. Non sono tenuti a svolgere le prove intermedie previste per ciascun insegnamento, la prova finale né a svolgere lo stage. Possono essere ammessi come uditori anche coloro che non siano in possesso del titolo di studio richiesto per l’accesso al master universitario.

La quota di contribuzione è di € 1000. Agli uditori che frequentino almeno il 75% delle attività previste, ad eccezione dello stage, verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Non sono riconosciuti crediti.